MUSICA, LA MIA PASSIONE.
UNA VITA FATTA DI MUSICA.
2016

TUTTO INIZIO' COSI' -

Un'infinita passione per la Musica, per il Canto.
per il Palcoscenico, per la Gente, per la Vita.

Nasce a Catania da genitori Siciliani e poi, causa il lavoro del padre, si trasferisce prima a Massa Carrara all’età di 5 anni e poi a Legnago (Vr) all’età di 8 anni.
Qui, all’età di 11 anni inizia ad avvicinarsi alla musica, grazie al padre di un amico, Stefano Menato, (oggi sassofonista rinomato per le sue collaborazioni con Paolo Fresu, Andrea Mingardi, Gianni Bella e tanti altri) che a sua volta appassionato di musica, suggerisce ai due futuri musicisti di iscriversi ai corsi di musica della Banda Moderna Città di Legnago…
Avvenne così l’incontro con l’allora maestro Ennio Soave, direttore della banda comunale di Legnago, (di cui alcuni anni dopo sarebbe diventato, per un breve periodo, insegnante di tromba) che assegnò subito due strumenti ai ragazzini (allora le bande davano gli strumenti musicali di proprietà ai giovani): a Stefano il Clarinetto e a Salvatore il Flicorno Soprano (una tromba con un suono più dolce e scuro)
Iniziò così un percorso che li portò verso il Conservatorio e il diploma e contemporaneamente ai concerti in duo di musica Bossa nova, jazz, dove troviamo Salvatore Marletta anche agli esordi al pianoforte e al canto
Nel frattempo la sua attività come trombettista prosegue suonando in rinomati gruppi di musica classica come il “Concentus Musicus dell’Arena di Verona”, il quintetto “Organa Et Bucinae” di musica barocca e il Duo Organo – Trombino, Renato Ferrari – Salvatore Marletta, sempre di musica barocca
Nel 1985, vinse il premio come miglior allievo della scuola di Tromba del Maestro Silvano Damoli del Conservatorio F.E. Dall’Abaco di Verona
Avvicinandosi al diploma scoprì però una grande passione per il canto e il pianoforte, che lo portò a prendere lezioni specifiche ed ad avvicinarlo al mondo del pianobar, un mondo che lo affascinava moltissimo per la possibilità di essere tutte le sere a contatto col pubblico.
Così nel 1985 inizia lentamente la carriera del cantante pianista di pianobar.
Si diploma nel 1986 e nel 1987 parte per la leva militare che svolge nella Fanfara dei Bersaglieri Goito di Milano come tromba solista
Tornato a casa, nel 1988, chiude la sua attività come trombettista e inizia ufficialmente la carriera di Cantante di pianobar viaggiando per tutta l’Italia, Francia, Germania, nei locali più prestigiosi dell’epoca quali:
Living Room – Montecarlo, Hotel Quisisana – Capri. Villa Paradiso – Bagaglino – Gardone Riviera, Hotel Des Alpes – Madonna di Campiglio, Cluny Bar – Milano Marittima, La Sirenetta – Stromboli, Aquarium – Porto Ottiolu e poi Costa Rei, Monaco di Baviera, Viareggio, Lucca, Garda, per citarne alcuni….
Negli anni 90 inizia a scrivere e produrre canzoni e ad avvicinarsi al mondo della Discografia senza ottenere riscontri.
Dopo anni di tentativi andati a vuoto, presso le varie case discografiche e editoriali Milanesi, crea, nel 1992 la Sisalvichipuò edizioni musicali che nel 1995, con le prime produzioni discografiche, divenne la Dea Records.
Produce e lancia vari Artisti di Musica Dance come Auxilia (prodotta dai famosi all’epoca GEM e con alcuni Remix curati dai Black Connection)
Nel 2001 lancia l’album Voyager dei Travel Companion prodotto da Marco Pieri, che con il singolo Season, entra nella colonna sonora del film Lover’s Concerto, solo per il mercato Asiatico e viene distribuito in Asia dalla Universal Music
Nel 2002 Lancia i The Beatles Acoustic Trio, prodotto sempre da Marco Pieri, tre voci e tre chitarre che riarrangiano i brani dei Beatles in chiave acustica
Nel 2016 scrive una canzone per MinaCelentano dal titolo Non Mi Ami, Musica di Salvatore Marletta – Ferderico Spagnoli
Testo di Salvatore Marletta – Ferderico Spagnoli Walter Dallari

Villa Paradiso 1992
Al Jazz Cafè Jose di Verona - 1985
Al Jazz Cafè Jose di Verona - 1985
Al Cat Sound Studio di Badia Polesine
2016
Duo Ferrari - Marletta di Musica Barocca - 1985

NON FINISCE MAI

La passione non muore mai. Cresce ogni giorno, sempre più forte.